Username Password Registrati
Per poter commentare su TVtech è necessario essere registrati al forum di Hardware Upgrade.
Prosegui con la registrazione (Maggiori informazioni...)
 

Android 16/2.1/2.2: punto della situazione aggiornamenti

 
info
trascrizione
Le differenze tra le diverse versioni del sistema operativo mobile della Open Handset Alliance Android continuano a essere un tema molto dibattuto online. Con questo approfondimento della rubrica Tecnologia^2 di TVtech abbiamo voluto provare a fare il punto della situazione


Categoria: Mobile
Data pubblicazione: 25/10/2010
È ormai dal 21 maggio di quest'anno che si parla in modo ufficiale di Android 2.2 Froyo, ma l'agognato aggiornamento dalle versioni precedenti rimane per molti utenti una chimera. Proviamo in questo approfondimento a fare un po' di chiarezza su un tema, quello delle differenti versioni di Android, che interessa molti utenti. Ci troviamo in un momento in cui sembra avvicinarsi la versione 2.3, che sembra essere quella per cui verrà utilizzato l'appellativo Gingerbread, e si parla già della versione 3.0, probabilmente chiamata Honeycomb, che sarà studiata per un supporto ottimizzato ai tablet.

Il mercato vede al momento la compresenza di terminali con diverse versioni di Android: principalmente 1.6, 2.1, 2.2. Android 1.6 Donut è quella che da un po' di tempo a questa parte equipaggia i terminali di fascia più accessibile. Il fatto che sia una versione più vecchia non è di per sé solamente un male: si tratta della versione che produttori e sviluppatori hanno sotto mano da più tempo e quella che ha ricevuto più personalizzazioni e ottimizzazioni da parte delle singole aziende: come confermano l'LG Optimus GT (di cui vi proporremo a breve la recensione completa) e l'Huawei U8230 che abbiamo in mano in questo momento. Interfacce personalizzate, focalizzazione sui servizi dei diversi produttori e operatori fanno parte del bagaglio di questa versione di Android, ormai giunta a un livello di fix e di ottimizzazione elevato e che si presenta come un'ottima alternativa per smartphone a prezzi contenuti.

Android 2.1 Eclair è la versione che in principio ha molto oscurato la 1.6, grazie all'introduzione di diversi aggiornamenti volti a migliorare l'esperienza di utilizzo di Android, fino a quel momento non sempre all'altezza delle aspettative. Eclair ha fatto il suo debutto sul Nexus One di Google e l'impegno del colosso di Mountain View ha fatto fare un deciso balzo in avanti al sistema operativo della Open Handset Alliance. Si tratta di una minor release della versione 2.0, utilizzata trai primi dal Motorola Milestone, della quale è un passaggio evolutivo di leggera ottimizzazione, tanto che abbastanza in fretta i dispositivi Android 2.0 sono passati a 2.1.

Discorso diverso è per Android 2.2 Froyo: si tratta anch'essa di una minor release (come specificato dal ANdroid Developers), ma che ha introdotto una serie di cambiamenti molto importati e attesi dagli utenti.

Tra quelli di cui si è parlato di più troviamo il supporto alle tecnologie Adobe Flash 10.1, che ha fatto fare un blazo in avanti alla fruizione dei contenuti multimediali, soprattutto di quelli embeddati nelle pagine web. Troviamo poi pieno supporto a Microsoft Exchange, in particolare troviamo calendari di Exchange supportati nell'applicazione calendario,la cancellazione remota dei dati in caso di smarrimento, la sincronizzazione e settaggio rapido tramite account Exchange, lista contatti con funzione di autocompletamento del nome nell'applicazione E-mail.

Molto interessante per molti utenti il supporto al tethering e la possibilità di condividere la connessione 3G del proprio smartphone con altri dispotivi tramite connessione wireless, creando un hot-spot Wi-Fi per diversi dispositivi, fino a un massimo teorico di 8.

Novità molto attesa è stata rappresentata dalla possibilità di installare applicazione ed eseguirle direttamente da scheda di memoria, funzione che in precedenza era possibile utilizzare esclusivamente con firmware modificati appositamente, e che permette di ampliare di molto il proprio bagaglio di programmi.

Tra le modifiche meno evienti ma di sostanza l'aumentata velocità di calcolo e di gestione dei processi, incrementata di circa 7 volte, con un lavoro simile anche sul browser reso più fluido e reattivo. in particolare il motore Javascript V8 è stato notevolmente ottimizzato e garantisce prestazioni fino a 3 volte superiori. Google alla presentazione di Andorid 2.2 lo ha definito il browser mobile più veloce al mondo.

Le modifiche hanno interessato anche l'interfaccia con una nuova home screen e un nuovo launcher: nella parte bassa sono stati introdotti oltre al tasto MENU la cornetta del telefono per l'accesso veloce alle chiamate telefoniche, come si richiede a un terminale ch eè innanzitutto un telefono, e il collegamento al browser intenet.

Migliorate anche le funzioni galleria e fotocamera: troviamo la possibilità di organizzare le foto organizzandole a piacimento in pigne, pulsanti nella schermata della fotocamera che consentono di cambiare modalita'(foto/video), regolare luminosità, messa a fuoco, esposizione e zoom e attivare o disattivare il flash e il Geo-tagging delle foto; in modalita' videocamera possibilità di selezionare con facilità dimensione e qualità per MMS e YouTube e grazie al flash led attivo anche per i video di registrare filmati anche in condizioni di scarsa luminosità.

Anche la piattaforma di installazione delle applicazioni Android Market ha ricevuto alcuni miglioramenti significativi, tra cui la possibilità di aggiornare tutte le applicazioni installate sul proprio smartphone premendo un solo pulsante e di poter abilitare in modo selettivo l'aggiornamento automatico dei programmi. Altri aggiornamenti hanno riguardato argomenti più tecnici e sono specificati sulle pagine dedicate agli sviluppaotri della community Android.

Per tirare le fila possiamo dire che per smartphone dal prezzo accessibile la versione 1.6 di Android può essere una scelta sensata, in quanto ormai stabile e ottimizzata da parte dei diversi player: produttori e operatori. Acquistando uno smartphone con Donut però non bisogna farsi troppe speranze nei confronti degli aggiornamenti alle versioni successive del sistema operativo.

Per quanto riguarda Eclair e Froyo possiamo dire che le differenze sono di sostanza e che molti produttori hanno promesso in tempi brevi l'aggiornamento degli smartphone 2.1 alla versione 2.2. Sulle lungaggini che stanno caratterizzato il rilascio degli aggiornamenti abbiamo in programma una futuro approfondimento in cui interpelleremo direttamente le diverse case produttrici. Se quindi si vogliono subito a disposizione tutte le funzionalità di Froyo è bene valutare con attenzione il comportamento delle case in merito al rilascio degli aggiornamenti di Eclair 2.1 e magari affidarsi a quei terminali che hanno già ricevuto l'upgrade, per non rischiare di rimanere a bocca asciutta e in attesa per troppo tempo, vedendo crescere la propria frustrazione.
Format
Correlati
 
 

Commenti (1)

Commento # 1 di: mikeb90 pubblicato il 04 Novembre 2010, 13:07
non è 1.6!!!

salve,
volevo intervenire contraddicendo ciò che viene fatto intendere dal video, che seppur esaustivo, pecca nella descrizione dell'HUAWEI u8230: io ne posseggo uno, e la mia rom (ufficiale) è una 2.1 (come delr esto propagandato anche su un vostro articolo all'epoca dell'uscita se non erro). Volevo solo far presente questo appunto e vi faccio i migliori auguri per il vostro lavoro, fonte di informazioni per me da ormai 3 anni XD