Username Password Registrati
Per poter commentare su TVtech Ŕ necessario essere registrati al forum di Hardware Upgrade.
Prosegui con la registrazione (Maggiori informazioni...)
 

Il Signore degli Anelli La Guerra del Nord: videoarticolo

 

Il Signore degli Anelli La Guerra del Nord: videoarticolo

Videoarticolo con immagini catturate dalla versione PlayStation 3 de Il Signore degli Anelli La Guerra del Nord.
Data pubblicazione: 15/11/2011 nella categoria: Videogiochi

Trascrizione [+]

Un Ramingo umano Dunedain, un Campione dei nani di Erebor e un Maestro elfico di Granburrone hanno nelle loro mani il destino della Terra di Mezzo. Sono i tre personaggi del nuovo gioco di ruolo d'azione di Snowblind Studios, strutturato intorno alla cooperazione fra i tre giocatori coinvolti. Il loro supporto alla compagnia dell'anello Ŕ determinate per consentire a Frodo di arrivare sul Monte Fato e completare la sua missione. Le vicende delle due compagnie si intrecciano ed Elrond, il signore di Granburrone, guida l'una e l'altra verso il travagliato viaggio che devono compiere. Durante le avventure de La Guerra del Nord, quindi, si attraversano posti familiari come Brea, Granburrone e Osgiliath e si incontrano i personaggi del romanzo principale.

La missione secondaria de La Guerra del Nord prevede di mettersi sulle tracce di Agandaur, uno dei signori del male che opera sotto la tetra supervisione di Sauron, colui che ha forgiato l'anello. Agandaur pu˛ disporre di un vero e proprio esercito di Urukhai comandato da alcuni potenti e influenti luogotenenti, che occorrerÓ affrontare e sconfiggere per ottenere la possibilitÓ di sfidare Agandaur. Questi, inoltre, sul suo tragitto cerca di portare dalla sua parte alcune figure del male, come il drago sputafuoco Urgost che insedia la cittÓ nanica di Nordinbad.

Eradan Ŕ abile nel combattimento dalla distanza grazie al suo veloce arco. L'abilitÓ di base di Eradan Ŕ l'evasione: pu˛ rendersi invisibile per qualche istante e selezionare con calma il bersaglio da attaccare anche in mischia. Si tratta della migliore soluzione se si preferisce il combattimento dalla distanza, perchÚ il suo arco Ŕ effettivamente competitivo in termini di rapiditÓ di fuoco e di efficacia nel numero di risorse vitali sottratte.

Farin Ŕ colui che incassa i colpi e combatte proficuamente nel combattimento corpo a corpo. La sua abilitÓ di base Ŕ il cosiddetto Grido di Guerra, che migliora momentaneamente le sue statistiche, rendendolo pi¨ resistente e pi¨ forte. Se lo invoca mentre Ŕ vicino ai compagni, anche questi ultimi vengono a loro volta potenziati per qualche secondo. Farin dispone di una balestra che pu˛ essere potenziata con i dardi magici.

Andriel Ŕ la maga curatrice. Pu˛, infatti, evocare uno scudo protettivo: se i tre permangono all'interno subiscono meno danni dal nemico, ad esempio lo scudo deflette le frecce, e recuperano qualche punto vitale. Andriel pu˛ sparare proiettili magici con i suoi bastoni: il rate di fuoco Ŕ elevato ma non riesce a sottrarre la stessa quantitÓ di risorse vitali in confronto agli archi di Eradan.

Nelle circostanze in cui non Ŕ possibile mettere fuori combattimento tutte le minacce si pu˛ richiamare la grande Aquila Beleram che produrrÓ grande distruzione tra le fila del nemico. Bisogna possedere un oggetto per poter richiamare la grande Aquila, disporre del potere necessario e ritrovarsi in uno spazio aperto.

Ci sono due tipi di attacchi corpo a corpo: leggero e potente. Quando rimangono poche risorse vitali al nemico c'Ŕ la possibilitÓ di eseguire un colpo critico con il colpo pesante. Questo annienta definitivamente l'avversario, consentendo di ottenere un maggiore quantitativo di punti esperienza. Il colpo critico, inoltre, si traduce in una mossa leggendaria che smembra il corpo del malcapitato nemico.

I tre membri della compagnia dispongono, inoltre, di abilitÓ per il combattimento ravvicinato e di abilitÓ per il combattimento dalla distanza. Nel primo caso hanno a disposizione attacchi ad area e attacchi diretti, mentre nel secondo caso possono scagliare magie utilizzando bastoni, archi e balestre che vengono quindi dotati di proiettili e dardi magici.

Sebbene sia soprattutto un gioco d'azione, La Guerra del Nord ha alcuni elementi da gioco di ruolo. Quello pi¨ riuscito riguarda l'equipaggiamento dei personaggi: trovare pezzi di equipaggimento pi¨ validi rispetto a quelli indossati Ŕ infatti decisamente ricorrente. Questo si traduce in continui cambiamenti nelle armature dei personaggi. Andare all'interno del menu, valutare se il nuovo pezzo di equipaggiamento Ŕ migliore del precedente, e in caso indossarlo, Ŕ operazione estremamente semplice e rapida, che non interrompe in maniera frustrante l'azione.

Ci sono anche piccole sezioni di crafting e incantamento delle armi. Nel primo caso si possono combinare degli ingredienti per costruire dei nuovi oggetti, mentre nel secondo si possono incastonare rune e pietre magiche nelle armi in modo da migliorarne le statistiche.

La presenza delle missioni facoltative Ŕ molto limitata. Procedendo nella storia si sbloccano alcune sfide che il giocatore pu˛ decidere se affrontare o meno. Queste consentono di ottenere esperienza supplementare e affrontare con maggiore disinvoltura i livelli di gioco successivi. Le sfide prevedono l'ingresso a ondate sulla mappa dei nemici. Le ondate sono di difficoltÓ progressiva, mentre ogni sfida richiede un certo livello di esperienza per poter essere affrontata con successo.

Quando si accede a un nuovo livello di esperienza si devono assegnare tre punti alle quattro abilitÓ di base e un punto alle magie. La forza aumenta i danni inferti dalle armi da corpo a corpo, mentre per alcune armi da corpo a corpo particolarmente potenti Ŕ richiesto un livello di forza elevato. La destrezza, invece, aumenta i danni inferti dalle armi a lunga gittata. La resistenza aumenta la salute massima e la velocitÓ con la quale si rigenera la salute perduta. Solo dopo aver raggiunto un certo livello di resistenza si pu˛ indossare l'equipaggiamento pi¨ valido e le armi pi¨ forti. La volontÓ, infine, aumenta il potere massimo e la velocitÓ con la quale si rigenera il potere utilizzato. Per equipaggiare alcuni anelli e amuleti Ŕ richiesto un livello di volontÓ elevato.

Il Signore degli Anelli La Guerra del Nord Ŕ basato sull'ultima versione del Dark Alliance game engine, spesso indicato anche come Snowblind engine. Si tratta della tecnologia sviluppata da Swowblind Studios per i suoi giochi di ruolo in terza persona, che ha fatto il suo debutto nel 2001 con Baldur's Gate Dark Alliance.

La carenza di giochi veramente validi appartenenti all'universo de Il Signore degli Anelli rende questo La Guerra del Nord un prodotto appetibile per i fan dei romanzi di Tolkien. La Guerra del Nord Ŕ un gioco con un livello di sfida piuttosto elevato visto che ogni pool richiede tattica e precisione ruolistica per essere affrontato in maniera competitiva. Coordinarsi con gli altri compagni diventa molto importante al fine di sfruttare al meglio le abilitÓ peculiari di ciascun personaggio. I veri difetti del gioco di Snowblind Studios invece riguardano una certa ripetitivitÓ nel gameplay e l'arretratezza della grafica, che non offre miglioramenti significativi su PC rispetto alle console e che non rende particolarmente apprezzabili e godibili gli scenari de Il Signore degli Anelli. Per la recensione completa vi rimandiamo all'articolo pubblicato su Gamemag.

 
Evento
Format
Playlist
Correlati

   

Commenti